India

trekking alle sorgenti del sacro gange

Trekking nell'Himalaya indiano, una delle regioni in cui la natura è aspra e selvaggia, ma al contempo paradisiaca per quanto suggestiva

16 giorni

trekking

cultura

su richiesta

in programma

Camminerete ai piedi delle principali cime montuose dell’India al confine con il Nepal, come il Nanda Devi, il Kedarnath, lo Shivling, i Bhagirathi ed altre vette ancora, dove tra boschi di cedri e conifere s’incontrano i Sadhu, gli “uomini santi” alla ricerca di una vita semplice mettendo alla prova anima e corpo.

trekking
5 giorni a passo lento in uno dei luoghi più sacri delle montagne dell'Himalaya
spiritualità
Scoprirete la vita dei sadhu, gli "uomini santi" e visiterete Badrinath, la venerata dimora di Vishnu
esperienze
L'alba sul giume Gange quando i fedeli si bagnano e pregano sarà una delle tante esperienze che vivrete

trekking

5 giorni a passo lento in uno dei luoghi più sacri delle montagne dell'Himalaya

spiritualità

Scoprirete la vita dei sadhu, gli "uomini santi", e visiterete Badrinath, la venerata “dimora di Vishnu”

esperienze

L'alba sul fiume Gange, quando i fedeli si bagnano e pregano sarà una delle tante esperienze che vivrete

Il Tour

Dopo essere atterrati a Delhi, un lungo viaggio in auto, in cui avrete modo di vedere i tanti contrasti dell’India, vi porterà a Gangotri, luogo di inizio del trekking.  Qui, la natura sembra inasprirsi man mano che vi avvicinerete al misterioso luogo dove la dea Ganga scese in terra e iniziò il suo lungo e sacro viaggio verso le pianure e il mare, quasi a volerlo proteggere. Proprio da Gangotri, dove sorge l’antico tempio della dea Ganga, inizierà il percorso a piedi che sale con le giuste tappe, ai piedi dei maestosi giganti della Terra, per fare poi ritorno a Gangotri. Proseguirete poi per Badrinath, una delle più belle città dell’India induista, situata alla confluenza di più valli, in strategica posizione su un altopiano glaciale a oltre 3000 metri d’altezza. Qui si trova la sede di un antico santuario dedicato al Dio Vishnu.

Tra ashram (luoghi di meditazione) e sorgenti d’acqua calda completerete il vostro viaggio. Il ritorno nella capitale indiana Delhi vi proietterà in un altro mondo, anch’esso comunque ricco di contraddizioni e contrasti.

Condividi la tua voglia di viaggiare

Share on whatsapp
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on email
Share on telegram

1

Partenza con volo di linea. Pernottamento in volo

2

Arrivo a Delhi; disbrigo delle formalità d’ingresso, ritiro dei bagagli e trasferimento in hotel.

Se ci sarà tempo (in base all’ora di arrivo del volo), visita della città. 

3

Dopo la colazione partenza per Rishikesh, città santa degli induisti. Pomeriggio a disposizione per visitare l’affollata via del mercato, la quiete degli “ashrams” e la sera la possibilità di essere testimoni dell’Ganga Aarti con tutte le lampade ad olio poste a galleggiare sulle acque del fiume sacro

4

Dopo la colazione per raggiungere Uttarkashi (1.150m), piacevole cittadina un tempo stazione di villeggiatura favorita dei ricchi indiani. 

5

Dopo la colazione partenze per Gangotri (3.050m). L’andatura non sarà mai veloce, ma lo scenario sarà spesso spettacolare con le acque tumultuose del fiume, i villaggi, i campi terrazzati, la pittoresca valle di Harsil con le foreste di pini e deodar.  Il pomeriggio sarà libero per visitare il tempio e i dintorni.

6

Dopo la prima colazione partenza a piedi per il primo giorno di cammino. Il facile sentiero dei pellegrini segue il corso del fiume Bhagirathi e gradatamente pende quota. Dopo circa 4 ore di cammino avrete percorso 9 km che portano ai 3560 metri di Chirbas. Da qui altre due ore (5 km) di sentiero fino a 3800 metri.

Sistemazione del campo per il pernottamento in tenda.

7

Dopo la prima colazione attraverserete il fiume Bhagirath utilizzando un carrello azionato da una corda posto sulla sponda sinistra. Il sentiero segue il fiume sino a Meru Nala a quota 3950 metri per poi affrontare la salita finaleverso Tapovan (4200 m).

Il campo verrà posto ai piedi del monte Shivling, dalla caratteristica vetta appuntita che lo annovera fra le più belle montagne dell’Himalaya. Dal campo si potrà partire all’esplorazione  dei dintorni. 

8

Iniziale discesa inizialmente ripida lungo la morena laterale per attraversare il ghiacciaio Gangotri per poi arrampicarsi su costanti pendii ghiaiosi sul lato opposto a Nandanvan dove si porrà il campo a 4300 metri 

9

In mattinata discesa a Gaumukh, dove sgorgano le acque del fiume sacro. Proseguimento sino al campo di Chirbas che verrà posto nei pressi delle acqua chiare del fiume Bhagirathi. 

10

In mattinata scenderete a Gangotri; sarà l’ultimo giorno di trekking con una durata di tre ore. Da Gangotri si proseguirà per Uttarkashi dove si pernotterà in lodge

11

Dopo la prima colazione partirete per Rudraprayang.  A partire da qui, le acque di due fiumi confluiscono per diventare il Ganga Mai, meglio conosciuto in tutto il mondo come Gange.

12

Dopo la colazione partenza per Badrinath, uno dei luoghi più sacri per gli induisti in tutta l’India. Un po’ dopo si trova il villaggio di Mana (3118 m, 4 km), l’ultimo abitato dell’Uttarkhand prima del confine con il Tibet.

13

Lunga tappa di trasferimento a Rishikesh (circa 12 ore)

14

Prima colazione in hotel e successiva partenza per fare ritorno nella capitale indiana sulla cui superficie di 491 kmq vivono 12.000 abitanti, una città storica, ricca di splendori e di gloria.

15

Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro

Perché partire con noi

In breve

tour di 16 giorni

trekking di 5 giorni in tenda

cultura induista

guida locale parlante inglese

partenze su richiesta

status viaggio: programmato

prezzo su richiesta

volo escluso

altre info?

invia la tua richiesta senza impegno

compila i campi contrassegnati da*

restiamo in contatto

Iscriviti alla Newsletter:
ti aspettano
Consigli di viaggio Novità Offerte Occasioni esclusive

Promettiamo di condurti sul giusto sentiero senza inondarti di email inutili!

Seguici

sui nostri social